Come fare a cercare la migliore escape room

Volete cercare la migliore escape room? Ecco alcuni suggerimenti per la ricerca

Ecco un'utile guida per chi ha intenzione di cercare la migliore escape room della zona ma non ha nessuna idea su come iniziare la ricerca.

Come fare a trovare la migliore escape room

E' lo svago del momento. In tanti hanno partecipato a una escape room e ve ne sono appassionati. Un'esperienza unica, che permette ad amici e familiari di divertirsi e collaborare per risolvere enigmi. Ma come scegliere una room adatta alle aspettative del gruppo, assicurandosi che ogni giocatore possa godersi l'esperienza?

Ricerca da internet
Sebbene il passaparola in questo genere di intrattenimento è fondamentale (più che le recensioni pubblicate, spesso assai simili tra loro), la via maestra per chi non conosce questo genere di svago è la ricerca via web. Molto semplice. Se siete a Cagliari, ad esempio, digitate 'Escape Room Cagliari' e Google mostrerà subito le escape room della zona. Entrate sul sito e leggete tutte le informazioni. Potrete prenotare direttamente dal sito oppure telefonare o inviare un messaggio. Dopo aver prenotato per il vostro gruppo (composto da 2 fino a 6 persone) e una volta arrivati nella struttura, un operatore vi spiegherà le regole prima di iniziare.

Terminare la missione o rimanere 'intrappolati'?
Le escape room hanno come scopo, nella quasi totalità dei casi, la fuga. Occorre risolvere una serie di enigmi, indovinelli, misteri e decifrare codici per arrivare a una porta finale e fuggire con il gruppo. Non tutti riusciranno: la percentuale di riuscita è variabile. Se non terminate il gioco nei canonici 60 minuti (in alcune room si puo' arrivare a 90 minuti) il gioco verra' interrotto e sarete invitati a uscire in quanto 'intrappolati'. Potrebbe essere che vi venga raccontato cosa vi siete persi (solitamente infatti non si ritorna a fare la stessa stanza) ma talvolta rimane una curiosita' insoddisfatta. Alla fine si scattano le foto di gruppo che verranno pubblicate sui social media.

Alcuni proprietari di escape room sperimentano anche una diversa idea di fondo partendo dal progetto iniziale. Ossia quella di immergere in un tema narrativo gli escapers e di far terminare la 'missione'. Questo perche' l'obbiettivo principale è quello di far vivere un'esperienza a 360 gradi , anche in considerazione del costo sostenuto. La struttura del gioco puo' prevedere un pacchetto di aiuti o magari la totale assenza.

Quando volete scegliere questa tipologia di escape room, controllate tra le informazioni fornite sul sito se viene data la possibilità di terminare la missione.

Con attori veri o tradizionale
Le escape room nascono per una giocabilità assai semplice. Spesso erano un insieme di scatole e tanti lucchetti. Ma col tempo si sono evolute e sono ricorse alla tecnologia. Si tratta di una tecnologia che dovrebbe essere ben mascherata che affianca i giochi meccanici contribuendo a lasciare a bocca aperta i partecipanti del gruppo.

Per migliorare l'immersione del gioco ormai le escape room vedono sempre più la partecipazione di attori reali che possono interagire con i partecipanti e rendere l'esperienza ancora più coinvolgente. Immaginate cosa potrebbe succedere in una stanza horror. Nella descrizione della stanza cercate se è prevista tale opzione (più cara).

Finalità dell'escape: fuga oppure qualcosa di diverso
Non sempre l’obiettivo di una escape room si sostanzia nel 'fuggire' da una stanza. Esistono, anche se sono minoritarie, stanze con un fine differente. Nelle c.d. stanze “furto” il gruppo ha il fine di recuperare un determinato oggetto. Nei Paesi Bassi, ad esempio, una stanza famosa è “il Vault”, che offre ai giocatori 90 minuti di enigmi da risolvere per cercare di rubare un oggetto misterioso da una cassaforte, con la partecipazione di attori reali. In alternativa ci sono anche le c.d. stanze 'giallo', dove le persone lavorano per la risoluzione di un crimine.

Ora dovete scegliere un tema. Ce ne sono davvero tanti, anche se possiamo classificarli in alcune categorie ricorrenti.

Escape room horror
Sono le mie preferite. A Cagliari ne abbiamo creato alcune e con personaggi dal vivo, riscuotendo un altissimo gradimento. Spesso si rifanno a serie tv famose o classici film. Chi gioca le escape room horror ha un tasso di coinvolgimento più alto e un brivido in più. Gli attori condiscono l'esperienza rendendola più emozionante. Vengono consigliate a un pubblico maturo, solitamente dai 16 anni in su.

Escape room ad ambientazione storica
Sono molto ricorrenti. Possono spaziare dall’Egitto faraonico, per arrivare al periodo dei templari e della seconda guerra mondiale. Chi la costruisce deve necessariamente conoscere bene i dettagli dell’epoca e far immergere in un’atmosfera dove non è possibile chiedere aiuto alla tecnologia, facendo riferimento solo al proprio ingegno!

Detective Escape Room
In questo caso tutto si focalizza sulla risoluzione di un caso. L'argomento può essere un omicidio irrisolto, la ricerca di una persona scomparsa oppure un oggetto prezioso rubato. Occorrerà magari risolvere una truffa o liberarsi da una prigione.

Fantasy escape room
Questi giochi escape room mettono in primo piano ambientazioni fantasy legate a romanzi o a film. La gamma di soluzioni è davvero molto ampia e va da escape room ambientate in serie tv come Games of Thrones, fino a stanze dedicate a eroi letterari del fantasy come Harry Potter o personaggi dei cartoni Disney come Alice nel paese delle meraviglie.

Escape room a tema scientifico
Molto interessanti sono anche le escape room a tema scientifico: al centro dell’attenzione ci sono situazioni in cui la scienza viene usata per scopi non nobili. Si ritrovano tante stanze dove affrontare allarmi batteriologici o radioattivi, così come esperimenti di manipolazione del genoma.

Ovviamente le ambientazioni delle escape room non finiscono qui! Ci sono alternative per tutti i gusti e, ricordiamo, per ogni età!

Vi auguro una grandiosa carriera da escapers!

Roberto Dessy

Escape The Room Cagliari Horror

Commenti